Italian
180 gr. di Magnatum Pico, esemplare proposto all’asta del 23 novembre 2006, cavato nel bosco di Muzzana

Il tartufo di Muzzana

Informazioni a cura della M.A.T. Muzzana Amatori Tartufi

CARATTERISTICHE  TUBER MAGNATUM PICO

Tuber (terrae) è nome latino che indica il fungo ipogeo, cioè che cresce sottoterra; magnatum che era destinato ai magnati, ai grandi della città, Pico dal nome del medico del settecento che lo descrisse.

E’ la varietà di tartufo più preziosa in assoluto dal punto di vista alimentare ed è il più apprezzato dagli chef di tutto il mondo.

Le sue dimensioni  sono variabili e nella media variano dalla dimensione di una noce a quello di una grossa arancia, ma esse possono raggiungere in alcuni casi, anche quella di un grosso melone, facendo la felicità di chi lo rinviene.Ha l’aspetto esteriore di una patata di forma non regolare, soprattutto se il terreno di origine non ha permesso una crescita libera per la sua durezza oppure per la presenza di radici.

In alcuni casi invece, in presenza di terreni friabili il suo aspetto è regolare e liscio.

Il Tuber magnatum Pico visto in sezione, si presenta con polpa che va dal color marrone al nocciola, talvolta con sfumature rossicce-rosate e venature biancastre, caratteristiche che variano secondo la pianta con la quale è in simbiosi e anche dal suo grado di maturazione.

Il suo profumo è  penetrante e persistente e si svIluppa solo a maturazione avvenuta. Ha lo scopo di attirare gli animali selvatici (cinghiale, tasso, ghiro), nonostante sia coperto di terra, proprio al fine di spargere le spore e perpetuare la specie. In particolare quello che cresce nei boschi di Muzzana presenta una spiccata tonalità derivante dalla presenza di aglio orsino.

La sua maturazione  e quindi il periodo di raccolta va da ottobre a dicembre.