Italiano

Boscovia della Bassa friulana

Un affascinante tour su due ruote tra le antiche terre della Silva Lupanica, immersi in una natura ricca di storia, il “grande oceano verde” dell’alto Adriatico, sopravvissuta al passare di millenni e ai massicci disboscamenti operati nel tempo. Si tratta dei “Boschi dei lupi” della Bassa Friulana, nati tra la laguna e le risorgive e la loro peculiarità sono legate proprio all'acqua presente nei numerosi canali di bonifica, fiumi, rogge, risorgive e acquitrini.

I ciclisti potranno catturare dettagli di flora e fauna degli ultimi esempi di foreste della pianura padana, circa 600 ettari che racchiudono duemila anni di storia. Il percorso della boscovia, pianeggiante e accessibile a tutti, anche a bambini e anziani.  Il percorso permette di attraversare i boschi Baredi/Selva d’Arvonchi e Coda di Manin a Muzzana del Turgnano, il bosco Boscat a Castions di Strada, i boschi Sacile - Bolderatis - Prà Quain e Venchiaratis a Carlino, bosco Brussa a Palazzolo dello Stella e il bosco Bando (preservato dall'azione umana per oltre un secolo perché sottoposto a vincolo militare) a Precenicco.

La boscovia permette di ammirare opere architettoniche come il ponte ciclopedonale sul fiume Stella, il grande magazzino-granaio “il Canevon” e il forte militare risalente alla prima guerra mondiale a Precenicco.